News - A.S.D. KEN KYU KAI

Allenamento Agonisti

PER L’AGONISMO, visto l’attuale regolamento, è più producente ai  fini del risultato spiegare i fondamentali e la tecnica da ippon magistrale oppure lo studio di  tattica, regolamenti e furbizie varie per vincere in qualunque modo anche in età giovanile? La mia risposta è : se vogliamo una vittoria di Pirro e creare atleti che vincono precocemente ma sono delle  scatole vuote la risposta è si. Se invece vogliamo creare delle basi tecniche, morali ed educative bisogna scegliere il percorso più difficile per il  bene dell’allievo e del judo !!!! Sotto parte dell’allenamento tecnico presso il Ken Kyu Kai . Antonio Pitrelli

ASD KEN KYU KAI 26 DICEMBRE

La tradizione continua in 30 stamane sul tatami a scambiarci gli Auguri attraverso il judo. E’ stato emozionante rivedere allievi che da anni mancavano all’appello del tatami, insieme ad alcune giovani promesse, atleti di livello e amici di pratica da quasi 50 anni …. passati insieme. GRAZIE GRAZIE GRAZIE vi aspetto domani 19-21 sempre a sudare per migliorarci . Antonio Pitrelli

37° TROFEO CITTA’ DI SOMMA LOMBARDO

ASD KEN KYU KAI SQUADRE RAGAZZI 1 CLASSIFICATA

Categoria ragazzi a squadre

1° Ken kyu kai e centro judo bra

3° Akiyama A e Akiyama C

Categoria fanciulli a squadre

1° Unisport

2° Akiyama – A

3° Akiyama – B e judo Invorio

5° Ken kyu kai e Le sorgive

Classifica generale squadre

1° Akiyama 26 punti

2° Ken kyu kai 14 punti

3° Unisport e centro judo Bra 10 punti

4° Judo invorio 6 punti

5° Le sorgive 4 punti



VI° MEMORIAL DOTT. A. DI PAOLA

1 CLASSIFICATI
MAZZUCCHELLI ALESSANDRO
MARINO LORENZO
MARINI FILIPPO
MARINO MARTA

2 CLASSIFICATI
TALARICO EDOARDO
DALLA POZZA ACHILLE
SPARACIO NICOLò
CASALINO RICCARDO
TOPLICEANU REBECCA
ANDRELLO SAKURA

3 CLASSIFICATI
SACCO SIMONE
RIZZON TOMMASO
DALL’ARMELLINA ILARIA
COPPOLA ELIA
PODDI EDOARDO
GRAZIOLI MATTIA
ZARINI CARLO
CANELLI MARCO
CORGNIER GIORGIA
RUZZA IVAN
TRAINA ANDREA
CHIONNI GIACOMO
MARZOLO ALESSANDRO
LOTITO GABRIELE
TRIVELLI MATTIA
MARCOLLI SOFIA
TOPLICEANU RAUL

POSSONO ESSERE ASSIMILATI I PRINCIPI DEL JUDO ANCHE SE SI PRATICA IL JUDO SPORTIVO SOLAMENTE PER FINI AGONISTICI ??

TUSHISHVILI GURAM E GVINIASHVILI BEKA due campioni mondiali che ho avuto il piacere di ospitare nel mio Dojo.

Peccato che ci sia stata poco comunicazione, per via della lingua, ma attraverso gli allenamenti svolti nella nostra sede ho notato che da parte loro c’era una adattabilità e un uso della loro enorme forza in modo gentile che difficilmente ho visto nelle decine di campioni che ho avuto l’onore di frequentare nella mia quarantennale cariera judoistica. Guram mi ha fatto capire che per lui praticare judo o calcio è la stessa cosa, non sa nulla di kata e credo di principi filosofici del judo. Però, è questo mi ha incuriosito parecchio, sono rimasti molto soddisfatti del mio metodo di judo che principalmente tiene conto dei principi del judo , kata compresi e anche dell’agonismo. Ho chiesto come è la loro programmazione quando sono in preparazione: mattina un’ora di preparazione atletica e due di judo , pomeriggio un’ora di preparazione atletica e tre di judo. Vi chiedo cosa ne pensate, secondo voi è possibile assimilare i principi del judo anche e solo praticando per moltissime ore giornaliere anche se il proprio obiettivo è solo quello agonistico ? Viceversa praticando judo una o due volte alla settimana con il metodo J. Kano kata e spiegazione dei principi è possibile raggiungere un miglioramento fisico e morale ?
Per mia esperienza il Metodo judo richiede per essere efficace e raggiungere gli obiettivi preposti dall’ideatore almeno una pratica di tre o quattro volte alla settimana con stage di approfondimento di molte ore giornaliere. Logico è che due volte sono meglio di niente e che si possa lo stesso migliorarsi nel tempo fisicamente e moralmente.
Per quando riguarda la pratica sportiva chiaramente si può migliorare il principio dell’adattabilità e quello del miglior impiego dell’energia, ho qualche dubbio sul jita kyo ei ….. dovendo pensare solo a vincere. Resto della mia opinione che però una cosa non esclude l’altra e nel mio piccolo continuerò ha preparare atleti con i principi di J. Kano e spiegando anche kata, chiaramente senza trascurare il miglior impiego dell’energia che in questo caso è la vittoria finale.
La lezione che possono aver trasmesso questi due campioni è che si può arrivare ai massimi livelli praticando un ottimo judo proporzionando le ore di allenamento verso la tecnica a discapito della tattica e la preparazione fisica soprattutto con le fascie giovanili. MEDITA TECNICI DELLA MEDAGLIA A TUTTI I COSTI DA ESORDIENTE. Antonio Pitrelli
PS tutto questo rientra nel concetto del mio prossimo libro ”Judo sicuro”.

Notte dei Samurai 2019

Da oltre 20 anni all’inizio dell’anno sportivo i nostri piccoli associati e loro genitori vivono questa bellissima e istruttiva avventura. Sabato allenamento con i genitori dove i piccoli sono i maestri , dopo tutti insieme a mangiare la pizza, dalle 21,00 alle 23,00 giochi e ”discoteca” con i maestri DJ e infine alle 23-24 cerimonia d’iniziazione e diventiamo tutti SAMURAI ……. La notte si dorme tutti insieme sul tatami alle 8,00 sveglia cerimonia del te e ultimo allenamento , il più piccolo/a avrà diritto d’indossare il judogi con la scritta ricamata : piccolo samurai per tutto il 2019-2020 . Quest’anno è stata pregiata la piccola Alyssia di 4 anni BENVENUTA PICCOLA SAMURAI !!!!! I MAESTRI

Convegno Nazionale

“Judo e Karate non solo Sport”

KEN KYU KAI ASD è lieta d’invitarvi al seminario del 18 Maggio ore 9.00 con programma in allegato.

Si parlerà di didattica e dell’importanza di praticare sport per migliorare l’apprendimento scolastico e soprattutto gli aspetti educativi attraverso la pratica sportiva in generale, in modo particolare judo e karate.

Interverrà il Ministro della Pubblica Istruzione, docenti universitari ed esperti di grossa caratura. Sarà ospite una delegazione albanese formata da politici e sportivi interessati al progetto.

Abbiamo richieste da molte regioni italiane,  vi ricordo che è obbligatoria l’iscrizione e che i posti sono limitati.

Per iscriversi telefonare al 3202671289 o mandare mail con nome cognome a info@kenkyukai.it

Il direttivo asd ken kyu kai

Allenamento Bambini

Lorenzo a dieci minuti dalla fine della lezione ha sentito la necessità del ciuccio ……. Con i bambini piccoli (Lorenzo ha 3 anni e mezzo ) è importante il lato emozionale. L’istruttore deve avere empatia e sensibilità nel cogliere le esigenze dei piccoli allievi. In questo caso la stanchezza ha creato una necessità di protezione, creando insicurezza e voglia di andare a cercare la mamma. Tutto è stato superato dal ciuccio ricevuto dal genitore. Questo ha permesso a Lorenzo di finire, con ritrovate sicurezze la lezione a beneficio dell’ autostima che gli permetterà di superare le future difficoltà. Bravo Maestro Giulio Tomasini !!! e tutti i suoi allievi .

Menu