Discipline - A.S.D. KEN KYU KAI

Cultura fisica – Tae Bo e Fitball Dance & Cardio

TAE BO

Il Tae-Bo è un allenamento ad alto impatto che combina arti marziali e danza. Coniuga leggerezza, aerobica, sforzo e musica. Lo scopo è quello di rilassarsi, divertirsi ed allo stesso tempo di scaricare la tensione facendo movimento.

Il Tae-Bo permette di tonificare i muscoli del cuore: i gruppi muscolari lavorano con intensità ed i ritmi rapidi permettono di tonificare al meglio i muscoli. Il Tae-Bo sviluppa anche la flessibilità, i riflessi, e permette di consumare un buon numero di calorie. Coordinazione ed equilibrio vengono migliorati grazie alle precise coreografie: il ritmo musicale rende la pratica divertente, leggera ed allo stesso tempo perfetta per scaricare ansia e tensione e per divertirsi facendo fitness.

 

FITBALL DANCE & CARDIO

Il fitball dance & cardio è un divertente programma fitness effettuato interamente usando la palla, creando una lezione divertente e allenante.

È un allenamento cardio/bruciagrassi, ma anche un lavoro di tonificazione per tutti i principali gruppi muscolari, l’utilizzo della fitball è molto utile per modellare i punti critici come addominali, cosce e gambe ma anche braccia e spalle.

Durante l’allenamento si avrà un consumo metabolico notevole dato dall’alta sinergia muscolare. Questo tipo di allenamento migliora la coordinazione, migliora l’equilibrio e la postura.  La palla è un attrezzo instabile, utilizzandola per quasi tutta la lezione, farà attivare dei muscoli che non lavorano in altre classiche lezioni di fitness.

Krav Maga (Self Defense)

Il krav maga, letteralmente «combattimento a corta distanza», è una metodologia di autodifesa. È stata ideata e messa a punto da Imi Lichtenfeld, un ex istruttore capo per l’addestramento fisico delle forze armate di Tel Aviv. Più che un’arte marziale, il krav maga è piuttosto una disciplina di adattamento alla lotta da strada, un insieme di strumenti utili a districarsi in situazioni di attacco e di violenza anche estreme.

Nato per essere appreso in breve tempo ed essere usato in situazione di reale pericolo.

Nel krav maga si cerca l’efficacia e la rapidità con cui arrivare al risultato desiderato, che è la neutralizzazione dell’aggressore.

Esso è una sintesi armonica di tecniche derivate dalle arti marziali quali Judo, Boxe, Karate, il tutto ragionevolmente concatenato, finalizzato in un unico sistema.  L’impostazione privilegiata prevede l’attacco a parti “sensibili” del corpo come occhi, gola o genitali, evitando movimenti e azioni macchinose o non alla portata di tutti.

Nelle lezioni verranno proposte tecniche che saranno basate su reazioni istintive e di facile apprendimento anche da persone che non hanno nessuna conoscenza marziale né una preparazione fisica particolare.

Inoltre saranno inserite nell’insegnamento norme di comportamento quotidiano mirate a prevenire aggressioni e minacce. Semplici regole che possono però fare la differenza.

Tai Chi Chuan

Il Tai chi chuan è un’arte marziale cinese molto raffinata la cui trasmissione originaria è stata custodita e trasmessa solo all’interno delle famiglie che detenevano questa conoscenza. Solo all’inizio del XX secolo è cominciata la sua diffusione al vasto pubblico ma quasi esclusivamente come ginnastica per la salute.

Nei nostri corsi (grazie alla trasmissione del Gran Maestro Chang Dsu Yao) viene presentato in maniera tradizionale, come forma di meditazione dinamica per lo sviluppo dell’energia vitale, e come sistema utile per la difesa.

Il Tai Chi Chuan è strettamente legato alla medicina tradizionale cinese alla filosofia del tao, per la ricchezza dei suoi contenuti e per la calma e l’autocontrollo che esso produce può essere praticato da tutti anche in età avanzata.

Karate Adulti

Il Karate è un’antica ed affascinante arte marziale di autodifesa, che si fonda su nobili principi, in primis sul rispetto per l’avversario e sull’autocontrollo: più che uno sport è una filosofia di vita basata sulla non violenza e sulla meditazione. Il Karate, oltre ad essere un metodo di autodifesa estremamente efficace, è una disciplina completa per lo sviluppo fisico e spirituale dell’individuo.

Nelle sue diverse declinazioni (gioco per i bambini, sport per i ragazzi e benessere per gli adulti), insegna la difesa a mani nude contro ogni tipo di avversario (sia esso esteriore o interiore).

Karate Giovani

Il Karate è un’antica ed affascinante arte marziale di autodifesa, che si fonda su nobili principi, in primis sul rispetto per l’avversario e sull’autocontrollo: più che uno sport è una filosofia di vita basata sulla non violenza e sulla meditazione. Il Karate, oltre ad essere un metodo di autodifesa estremamente efficace, è una disciplina completa per lo sviluppo fisico e spirituale dell’individuo.

Nelle sue diverse declinazioni (gioco per i bambini, sport per i ragazzi e benessere per gli adulti), insegna la difesa a mani nude contro ogni tipo di avversario (sia esso esteriore o interiore).

Judo Adulti

Jigoro Kano (fondatore del metodo judo 1860-1938) indica come finalità del judo: “amicizia e mutua prosperità attraverso il miglior impiego dell’energia” meglio espressa in “tutti insieme per crescere e progredire intelligentemente”.

Questo assunto spiega come la pratica deve costituire una vera e propria “palestra di vita” in cui sviluppare quelle doti necessarie per dare un proprio valido contributo nella società. Il miglior impiego dell’energia sta per un metodo e una disciplina nel nostro agire. Tutti insieme per crescere e progredire è il substrato morale del nostro agire, lo scopo della nostra auto-realizzazione.

Per il sig. Kano, come del resto ormai per tutta la moderna pedagogia, attraverso il corpo e l’agire l’essere umano fa esperienza del mondo e dei principi etici per una pacifica convivenza. Egli individua tre livelli nel Judo:

Il Judo inferiore o shobu-ho mira soprattutto all’apprendimento dell’attacco e della difesa e all’efficacia in randori (esercizio libero) e in shiai (combattimento).

Il Judo medio o rentai-ho mira all’educazione fisica e mentale ed utilizza le tecniche di attacco-difesa per migliorare la salute, globalmente intesa, della persona.

Il Judo superiore o susshin-ho supera i precedenti livelli per traslare le qualità, fatte proprie dalla persona, nella vita di ogni giorno.

Si tratta di una suddivisione puramente teorica in quanto ogni livello è presente in ogni fase della pratica e si compenetra con gli altri anche se il terzo ha, in effetti, valenza di finalità rispetto ai primi due.

Ogni judoista, sotto la guida dell’insegnante, è tenuto a non annichilire la pratica nel solo alveo del rafforzamento fisico o dell’efficacia nel combattimento. Questo non dovrebbero farlo, prima di tutti, i responsabili dei corsi.

Judo Giovani

Jigoro Kano (fondatore del metodo judo 1860-1938) indica come finalità del judo: “amicizia e mutua prosperità attraverso il miglior impiego dell’energia” meglio espressa in “tutti insieme per crescere e progredire intelligentemente”.

Questo assunto spiega come la pratica deve costituire una vera e propria “palestra di vita” in cui sviluppare quelle doti necessarie per dare un proprio valido contributo nella società. Il miglior impiego dell’energia sta per un metodo e una disciplina nel nostro agire. Tutti insieme per crescere e progredire è il substrato morale del nostro agire, lo scopo della nostra auto-realizzazione.

Per il sig. Kano, come del resto ormai per tutta la moderna pedagogia, attraverso il corpo e l’agire l’essere umano fa esperienza del mondo e dei principi etici per una pacifica convivenza. Egli individua tre livelli nel Judo:

Il Judo inferiore o shobu-ho mira soprattutto all’apprendimento dell’attacco e della difesa e all’efficacia in randori (esercizio libero) e in shiai (combattimento).

Il Judo medio o rentai-ho mira all’educazione fisica e mentale ed utilizza le tecniche di attacco-difesa per migliorare la salute, globalmente intesa, della persona.

Il Judo superiore o susshin-ho supera i precedenti livelli per traslare le qualità, fatte proprie dalla persona, nella vita di ogni giorno.

Si tratta di una suddivisione puramente teorica in quanto ogni livello è presente in ogni fase della pratica e si compenetra con gli altri anche se il terzo ha, in effetti, valenza di finalità rispetto ai primi due.

Ogni judoista, sotto la guida dell’insegnante, è tenuto a non annichilire la pratica nel solo alveo del rafforzamento fisico o dell’efficacia nel combattimento. Questo non dovrebbero farlo, prima di tutti, i responsabili dei corsi.

Judo 12-14 anni

I nostri corsi di Judo per bambini e per ragazzi sono pensati per avvicinarsi a questa disciplina divertendosi con un approccio ludico, dando primaria importanza allo sviluppo fisico, cognitivo, motorio, morale e sociale dei partecipanti. Durante le lezioni infatti vengono affrontati giochi ed esercizi per apprendere schemi motori e migliorare la propriocezione e attività a coppie o di gruppo in modo da stimolare il confronto, la collaborazione con gli altri e l’aiuto reciproco.

Il Judo in fase di sviluppo fornisce una possibilità di sfogo controllato delle energie, incrementa la capacità di concentrazione, il rispetto delle regole, la fiducia in sé stessi, l’autostima, la generosità, il rispetto e la cura per l’altro. I corsi sono divisi per fasce di età e per livello in modo da garantire a tutti il giusto approccio didattico e l’adeguato livello di difficoltà, di intensità e di approfondimento tecnico.

In questa fascia d’età, per gli interessati, avviene l’avvicinamento al judo sportivo.

Menu